Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

La ricerca dei Bandi Europei

Una delle caratteristiche principali del Near Future Education Lab è stata fin dall’inizio quella di assumere un approccio radicale.

L’intento è quello di cambiare “le regole del gioco”: uscire dal circolo vizioso dello stato di emergenza continua, che passa da una richiesta di aiuto dal basso verso l’alto, arriva ad un compromesso insufficiente per portare, dopo qualche tempo, ad uno stato di emergenza. Interrompere questo ciclo in maniera radicale significa mutare lo stato delle cose dai suoi fondamenti, cambiando i ruoli degli attori coinvolti.

Il nostro progetto punta a creare uno spazio di autonomia permettendoci, attraverso la creazione di un soggetto giuridico (la fondazione) di agire in prima persona e scegliere attivamente le opportunità che desideriamo.

Il nostro gruppo, denominato “Bandi”, si è occupato di studiare e individuare una serie di bandi europei idonei a realizzare aspetti diversi del nostro modello educativo. Abbiamo fatto riferimento principalmente alle call Horizon 2020 ed Erasmus+.

Pensare di realizzare un progetto europeo rappresenta sicuramente una sfida complessa, specie per un gruppo di studenti con poche competenze tecniche sul tema dell’europrogettazione, ma una volta superate le incertezze e le paure iniziali abbiamo subito intravisto l’enorme potenziale rappresentato da un lavoro di questo genere. Innanzitutto ci permette di rapportarci da peers con le organizzazioni esterne che vorranno collaborare (siano esse pubbliche o private); in secondo luogo, partecipare ad un bando europeo rappresenta una notevole cassa di risonanza a livello comunicativo e relazionale, consentendoci di stringere rapporti con soggetti e organizzazioni pubbliche e private di livello internazionale.

Oltre a questi benefici espliciti, un’esperienza del genere ci dà anche un ulteriore vantaggio, che non vorremmo passasse in secondo piano: il lavoro al progetto, essendo organico, su più livelli e trasversale, rappresenta di per sé una enorme occasione di apprendimento pratico e concreto. Si è rivelato cruciale sviluppare la capacità di lettura e di interpretazione dei bandi, caratterizzati da un linguaggio complesso e preciso, in modo da selezionare quelli più vicini ai nostri progetti e capire le dinamiche legate alle differenti call prese in esame.

Per quanto riguarda i temi del programma Horizon 2020 ci siamo concentrati sul fronte della ricerca e della divulgazione scientifica, con l’obiettivo di creare un ecosistema aperto che comunichi a due vie con il territorio che lo ospita, tramite mostre, eventi e manifestazioni. Inoltre, abbiamo selezionato bandi che affrontano il tema dell’apprendimento vero e proprio, per creare una piattaforma sociale che funga da nodo in una rete di comunità di ricerca che sviluppi nuove metodologie attraverso la visione di scenari futuri desiderabili.

Il progetto Erasmus+, invece, raccoglie tre key actions, ovvero tre macro-aree all’interno delle quali operare: la mobilità internazionale, la cooperazione per lo scambio di buone pratiche e la creazione di alleanze in campo formativo ed infine il coinvolgimento dei giovani nel dialogo con la classe dirigente.

Come accennato, la preparazione di progetti di questo genere necessita di un’attività multidisciplinare e di un’azione coordinata da parte di più persone, non solo per scrivere il progetto e per soddisfare i numerosissimi adempimenti burocratici, ma anche per gestire in maniera sinergica tutte le attività parallele di comunicazione e di contatto con i potenziali partners.

Per avere un’immagine globale dello stato dei lavori abbiamo impostato una timeline operativa che sintetizza i passi da compiere per la presentazione dei progetti.

timeline_blog

La timeline dispone su una unica linea del tempo tutte le principali attività del progetto, scandendone le fasi: dalla futura campagna di crowdfunding, alla definizione del modello organizzativo da adottare, fino alla comunicazione e al contatto dei potenziali partner.

Siamo coscienti del fatto che questa sia un’iniziativa ambiziosa e non priva di difficoltà: per portarla a termine con successo dovremo utilizzare al meglio le nostre risorse, sviluppare nuove competenze ed infine compiere un salto di qualità.

È evidente, però, che i tre step appena citati sono l’iter che dovrebbe seguire ogni processo educativo.

Di seguito i link ai progetti individuati

Programma Horizon 2020:
– Bando ISSI-1-2014
– Bando ISSI-2-2014

Programma Erasmus+ / Guida al Programma Erasmus + in italiano