Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

L’Assemblea del 21 gennaio

Il 21 gennaio 2014 abbiamo presentato ai nostri colleghi il Near Future Education Lab e gli obiettivi che ci siamo prefissati, cercando di trasmettere un messaggio fondamentale: il desiderio e la possibilità di assumere un ruolo attivo e trasformarci in soggetti autonomi, paritari, capaci di co-creare il futuro del nostro sistema educativo.

Si è trattato di un momento entusiasmante e impegnativo allo stesso tempo, che ci ha costretto a confrontarci con una situazione nuova: spiegare in pubblico, fuori dalla classe, il progetto e i nostri obiettivi, affrontando dubbi, domande, critiche, tempi e attenzione limitati.

L’assemblea si è svolta nella Biblioteca della scuola riempita dagli studenti e siamo stati i primi ad intervenire. Abbiamo realizzato il nostro intervento con l’aiuto di alcune slide che ci hanno aiutato illustrare le nostre proposte: partendo dal programma e gli obiettivi del corso di Near Future Design, abbiamo incentrato la presentazione sulla necessità di creare un soggetto giuridico autonomo (una Fondazione promossa dagli studenti e aperta a tutti), mostrando i vantaggi di questo tipo di organizzazione (e in particolare i vantaggi che proprio gli studenti potrebbero trarre dall’esistenza di questo organismo).

In seguito, in collegamento via Skype, sono intervenuti i docenti del corso di Near Future Design, Salvatore Iaconesi e Oriana Persico, che hanno sottolineato l’importanza di questa azione: un modello, inoltre, aperto e replicabile.

Al termine degli interventi, il dibattito si è concentrato sul tema della fondazione, che ha suscitato grande interesse ma anche dubbi e domande. La domande principali hanno riguardato il modello organizzativo da adottare e le modalità di attivazione di questo organismo. Dubbi di diversa natura sono emersi rispetto al problema dell’organizzazione gerarchica, della leadership e dell’assunzione di responsabilità che sono stati utilissimi.

L’assemblea è proseguita con interventi di altri studenti riguardo altri corsi ed iniziative della scuola, concludendosi con l’intervento del direttore dell’istituto, prof. Giuseppe Furlanis, che ci ha aggiornato rispetto al problema della sede e in generale del futuro dell’ISIA di Firenze: il direttore ha sottolineato che è proprio durante queste situazioni di crisi che l’innovazione e la progettazione vengono stimolate maggiormente, e che affrontare questi gravi problemi ci obbliga a ripensare i nostri modelli.

Vi lasciamo con un piccolo trailer sull’Assemblea che ne riprende le le fasi salienti: 

https://www.youtube.com/watch?v=QBd8ELD_yZ0&feature=youtu.be